Skip to content

Dalle memorie di una ghianda confusa

25 giugno 2009

Miei cari Amici di blog

voglio ri-postare una fiaba che mi sono molto divertita a fare tempo fa….so che alcuni di voi la conoscono già,ma per quelli  che  non l’avessero mai letta….buon divertimento!!!

 

Dalle memorie di una ghianda confusa

C’era una volta una giovane ghianda,

viveva in una dispensa angusta nell’incavo di un tronco. 

Le sue giornate erano noiose e monotone…

non accadeva  quasi mai nulla.

Nel suo spazio i suoni erano pochi e sembravano per questo molto forti

Aveva memoria di molte sorelle a fargli compagnia ma dopo il gelo a poco a poco si  faceva sempre piu’ spazio vuoto attorno e un inquietudine si  palesava sempre piu’ forte in lei. . . .

 

 

sognava una vita  vissuta ,sognava di viaggiare di  conoscere luoghi mai visti,di esplorare . . . e infine  sognava il calore del sole che anticamente aveva conosciuto. . . .

 

 Attendeva come una regina nella segreta del castello, una mano liberatrice.

Fu cosi’ che al primo raggio di sole in quel tempo(il secondo giorno del fiorire dei crochi ) rabbrividi’ nel sentire una brezza leggera passare sul suo guscio e poi il calore espandersi fino a diventare “ardente”.

Colta dall’emozione tremava confusa e non capiva nemmeno più dove fosse il sopra o dove il sotto. . . . si sentiva leggera  e  avrebbe giurato di essere tenuta tra le braccia di una strana creatura. . . .

Il nuovo amico aveva un pelo soffice del colore del sole e la portava  a vedere panorami meravigliosi dai rami cui si sporgeva. . . . 

 

 

si ricordava che era tutto molto luminoso  bianco e rilucente di piccole scintille. . . si disse ma è una meraviglia stare qui’ chissa’ che duri abbastanza . . . perche’ questo luogo mi piace . . .

Duro’ un istante e un dolore lancinante si espanse dal fianco, non capiva che cosa fosse successo e gia’ vedeva i pezzi di se rotolare in un cunicolo umido e buio. . . .

Lo sgomento fu grande e la sua rabbia verso quei denti forti e possenti pure. . . . si senti’ tradita . . . . la vita stessa non era nulla di quello che aveva immaginato  quando sognava nell’incavo.. . . e la sorpresa era davvero grande .

Si chiedeva mille cose. . . . si chiedeva perché passare giorni e giorni in un incavo d’albero per essere fatta a pezzi senza un po’di quella gioia che aveva solo assaporato per un solo breve e fugace istante. . . .si chiedeva perche’ una creatura cosi’ crudele fosse da Dio fornita di un soffice e seducente pelo. . . . si chiedeva perche’ Dio avesse fatto nascere il desiderio di una vita migliore se poi aveva permesso che le fosse stroncata in un istante. . .. . e trovava tutto cio’ profondamente ingiusto!!!

Era arrabbiata con la vita e con Dio che aveva permesso tutto questo dolore.

Torno’ cosi’ al suo silenzio. . . alla sua disperazione nel buio cunicolo che ora però  sussultava  spesso. . . .

Si addormento’ rassegnata e stremata letteralmente “A PEZZI”.

Una nuova cosa di se l’aveva conosciuta. . .prima  pensava che si fosse “rotta” avrebbe smesso di esistere, ma con suo stupore non fu cosi’. . . .continuava a percepirsi come una ghianda intera.

Guardava i suoi pezzi che rotolavano come mitiche pietre al ritmo di sussulti e rigurgiti. . . eppure  era ancora lei ……… UNA GHIANDA.

Cosi’, come arrivo’ il buio annunciato dal calore. . . . . cosi’ arrivo’ la luce, assieme al gelo questa volta e a  un aria rarefatta.

 Fu un grande tonfo e  il silenzio fu totale,(almeno per un po’).

Zzzzzzzzzzzz   zzzzzzzzzz   zzzzzzzzzz

Cos’è questo rumore?

(si disse l’irriconoscibile ghianda)

e una voce  rispose:Image Hosted by ImageShack.us”sono una mosca fastidiosa (dicono tutti)” ma tu non mandarmi via. . . .

E perchè dovrei?

Tanto ormai non sono che il ricordo di me. . . e poi sono sola e tu  anche se non sei coperta di soffice pelo hai dalla tua che non hai  dei denti aguzzi!!! questa è per me una buona cosa. . . ci facciamo un po’ di compagnia? .. . .magari tu che sei ancora intera potresti raccontarmi del mondo e di cio’ che vedi da lassu’. . . . ho sempre desiderato di vedere il mondo da lassu’ e ti invidio davvero,ora io sono qui’ lasciata a terra e non vedo che i fili d’erba parlare tra loro. 

 

Ma come invidi me?(disse la mosca)

 

Ma guarda che non e’ possibile .. .

non sono che una umile moscaImage Hosted by ImageShack.us che vola di cacca in cacca.

Va beh! Io amo la cacca  e passo il mio tempo nel cercare di spiegarmi perché Dio  ha permesso a me solo di amare una cosa che tutti invece allontanano. . . sai è triste il mio destino. . . amo cio’ che è disprezzato da tutti e non mi è dato di condividere mai la mia “passione”… 

Ah beh! Non dirlo a me  guarda . . . della vita  credo di non aver compreso nulla (disse la ghianda) so solo una cosa . . . . lei ti sorprende sempre e mai si avvera ciò che ti aspetti,di questo amica mosca ne sono certa.

Ma no ti sbagli (disse la mosca) io mi aspetto sempre di incontrare un bel po’ di cacca e  sai che ti dico? La incontro sempre!!! Dalla mia  c’è che ho un olfatto che mi aiuta …..forse nel tuo caso è solo una questione di senso …non so qual è quello che usi per trovare ciò che desideri?

A questa domanda proprio non saprei dar risposta !ecco a dir il vero io uso la testa ….ma non credo sia un senso….cioè DERSIDERO e IMMAGINO ma non funziona!

Certo che non funziona dev’essere individuato da un senso perché è l’istinto che non si sbaglia mai. . . .per esempio cos’è che  desideri?(disse la mosca alla ghianda)

 

 

Non so  ma sono molto attratta dalle altezze.. .mi piace guardare il sole nascere e morire ,vedere la linea dell’orizzonte e il grande spazio che solo dall’alto si può godere…..ecco se  lo dovessi dire è proprio questo che desidero!

 

Però è davvero strano che Dio non ti abbia dato un paio di ali allora . . . . chissà qual è il suo disegno……..

Che vuoi farci forse sono un errore. . .dopo tutto in natura esistono anche gli errori….e magari Dio non è affatto infallibile. . . .

Però sai che mi trovo bene a parlare con te mosca?

Ma chi ti ha detto che sei fastidiosa?

(e la mosca rispose abbassandola testa)

Chi non ha mai il tempo per ascoltarmi e sente solo il mio ronzio. . . .

 

Ah!!! Disse la ghianda,ma non te la prendere mosca. . . da me non si aspettano nemmeno il ronzio e mi addentano solamente :(

Sai mosca  che mi è venuto sonno? Adesso mi addormento un po’. . . sono davvero stanca e ho un dolore nuovo che avanza perciò se sarò già addormentata forse almeno sentirò un po’ meno dolore. . . .

se ti sentirai abbandonata cara amica mosca(quando io sarò addormentata e non più disponibile per te) mi perdonerai ?

Certo (rispose la mosca) io ronzerò vicino comunque……sai avessi bisogno di qualcosa “ci sono”so volare in alto ma so amare anche chi come te stà in terra. . . .

Cosi’ la ghianda si addormento’ e perse la memoria di se. . . .

Dopo giorni apparve una piccolo germoglio proprio  nella cacca amata dalla mosca che ora mai lo accudiva quotidianamente. . . e il giorno del soltizio d’estate il germoglio parlo’:

Buongiorno (disse sorridendo). . . . buongiorno mio caro (rispose la mosca)

Sai sono felice che anche tu sappia parlare con me. . . tempo fa ho perso un amica. . . proprio li dove ora sei tu. . . . Ah si? (Rispose il germoglio alla mosca)ma io non ho intenzione di rimanere qui’! voglio crescere,diventare grande e guardare il sole nascere e morire . . . li’ sulla linea dell’orizzonte!!!

Capisco (disse la mosca) capisco molto bene, e adesso capisco anche l’amore per la cacca che ho sempre provato . . . in fondo è lei che ti ha nutrito e io accudito.

Il germoglio  guardo’ severo la mosca. . . le disse sa signora mosca che non la capisco?

E la mosca sorrise…… sapeva bene dell’ingratitudine dei giovani ma si fidava della ghianda…… ed era certa che un giorno sarebbe riapparsa   :)  

Annunci
2 commenti leave one →
  1. gabriella permalink
    26 giugno 2009 06:46

    dal diamante non nasce niente dal letame nascono i fior canzone di De Andrè mi sento tanto ghianda ciao cara bella storia buona domenica

  2. ariel permalink
    26 giugno 2009 07:57

    …..mi piace cosi\’tanto….ma cosi\’tanto…:-)))

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: