Skip to content

tentennamenti

3 febbraio 2010

Prepararsi il cuore al cambiamento non è cosa da poco

è come passare il  mitico fiume …

lo puoi fare nuotando, ma se hai paura?

lo puoi fare se hai una barca, ma se hai solo te stessa?

lo puoi fare in certi ponti …

 
 

A vederlo sembra bello vero? è dalle parti di Lucca…comodo…facile…

ma lo sapete questo ponte come si chiama?(scopritelo!!)

A volte è necessario fare un certo percorso…

c’è chi va a Santiago de Compostela

e chi trova il suo demone nel proprio cammino…

dicono che sia una fortuna…una possibilità…

ma la paura è molta!!!

e la ricompensa una coppa…

…è il  mio personale santo gral.

Annunci
5 commenti leave one →
  1. Maggie permalink
    3 febbraio 2010 09:38

    Meglio i demoni che appaiono tali che quelli che sembrano angeli e ti lusingano con voce suadente per poi metterti il forcone in quel posto! Questi mi fanno paura. Tanta tanta paura.

  2. xtrex permalink
    3 febbraio 2010 09:50

    già!!! vero Susanna … proprio vero!!!

  3. ariel permalink
    3 febbraio 2010 11:48

    sUSY E\’sempre piu\’saggia…mi fa pauraa!!!:-))scherzi a parte topola qui si sopravvive…va benino …vediamo stanotte…la pipi\’la centra il resto mica tanto!!……se vuoi te la presto..al demone non rimarrebbero neanche gli zoccoli!!!!:-D

  4. Sonja permalink
    4 febbraio 2010 01:41

    Come la nostra Susanna pure io preferisco trovarmi a tu per tu con il demone di turno così che saggiate le sue intenzioni vedo subito di sbarazzarmene al volo.Ne ho fin sopra i capelli di certi personaggi tutti inchini, salamelecchi, parole dolci e glitter a profusione che appena volti l\’angolo non esitano a spararti addosso m**** e poi hanno anche il coraggio di volerti far passare dalla parte del torto anche se l\’unica tua "colpa" è stata quella di aver offerto in buona fede la tua fiducia e la tua amicizia.M\’incuriosisce il nome del ponte…..e sorrido pensando a quello che fino a un po\’ di tempo fa chiamavano: "Ponte dell\’Amicizia" e collegava Vallecrosia a Camporosso attraversando il Nervia. Che aveva di particolare? Era talmente stretto, ma talmente stretto che ogni qualvolta capitava d\’imbattersi in un veicolo in arrivo nel senso opposto di marcia c\’era da sudare i sette specchietti x riuscire a incrociarsi senza strusci di carrozzerie. Adesso l\’hanno modificato e si viaggia bene, ma prima…più che di amicizia mi faceva pensare a una montagna di pattoni. xD

  5. ... elisazingarafelice permalink
    4 febbraio 2010 03:25

    Preferisco sapere ed affrontare …. qualsiasi cosa sia …strega guerriera come mi chiamano alcuni amici …e appunto melgio un sano vafffffffche la persona che con finta gentilezza la mette in ql luogo cosi scomodo :-))))))bacio Chiara …. a te ed Ele …elisa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: